fbpx

I nuovi volti della bellezza: Botox & Co

botox-siracusa-proteina-botulinica

Intervista al Dottor Massimo Marasco, chirurgo Maxillo Facciale

Volto disteso e riposato, superficie cutanea liscia e levigata, espressione rilassata, aspetto curato e giovanile, da esibire con orgoglio e smisurata autostima: Cinquantenni Vs trentenni, con qualche ritocchino estetico dove occorre. Bandite rughe, rughette e zampe di gallina, ma senza chirurgia. Complice la Medicina Estetica, che ferma il tempo e regala a chi lo desidera una nuova giovinezza. 

Oscar per lo stile al Botox, e per la migliore regia al medico esperto dell’anatomia del volto, delle tecniche iniettive e delle caratteristiche del farmaco: una procedura light ad immediato reinserimento sociale, che non dà complicanze, che consente di essere immediatamente presentabili, che si esegue in ambulatorio. E bastano pochi minuti in pausa pranzo. L’Osservatorio AICPEriporta dati molto interessanti: “Gli iniettivi per il volto sono sempre più richiesti sia a livello mondiale che nel nostro Paese, e solo in Italia nel 2019 si registra un incremento dell’utilizzo del Botulino del 15% e si raggiunge un +21% per l’Acido Ialuronico. A conferma di un trend di crescita del settore, costante da circa cinque anni, nel 2019 in Italia sono state effettuate in totale circa 1.088.704 pratiche di medicina o chirurgia estetica, con un aumento del 7,8 % rispetto all’anno precedente (nel 2018 erano 1.009.200), ma crescono maggiormente i trattamenti non chirurgici, che dal 68,2% del 2018 hanno raggiunto nel 2019 il 71,1% del totale, salendo del 2,9%.” E secondo l’American Society of Plastic Surgeons, la più grande associazione no-profit di chirurghi estetici del globo, anche negli Stati Uniti la proteina botulinica è il trattamento estetico più praticato in assoluto, con più di 7 milioni di procedure effettuate ogni anno. Percentuali impressionanti. Ne parliamo con il dottor Massimo Marasco, direttore sanitario del Cemed di Siracusa.

– Medicina Estetica: quali sono le tendenze del nuovo anno?

“La mascherina ha spostato l’attenzione verso il terzo superiore del volto, in particolare per quanto riguarda la fronte e l’area perioculare, concedendo allo sguardo un ruolo cruciale, e l’incremento dello smart working e delle videocall ha generato un incremento di trattamenti volti a migliorare la qualità della pelle ed i volumi di viso e labbra. Il Botox è uno dei più richiesti, una soluzione sicura, veloce e mini invasiva per la correzione delle rughe d’espressione”.

– In cosa consiste il trattamento?

“Durante la visita che precede l’infiltrazione il medico esamina le rughe e lo stato della pelle del paziente, poi valuta come procedere sulla base dei risultati desiderati, iniettando micro-dosi del farmaco nei muscoli facciali di cui si vuole indurre il rilassamento. Non è necessaria alcuna anestesia: le infiltrazioni, eseguite con aghi sottilissimi, sono indolori. Il trattamento ha una durata complessiva tra i 15 e i 20 minuti”.

– Il botulino è una sostanza tossica?

“No. È un farmaco che viene utilizzato in medicina con un’ottima tolleranza e con un ridottissimo tasso di complicanze o effetti collaterali. Se dosato e somministrato correttamente, ha effetti terapeutici su oltre 40 patologie”. 

– Il Botox paralizza il volto e lo rende inespressivo?

“No. Se eseguito da un professionista il risultato è molto naturale. Il volto appare disteso come quello di una persona che ha riposato bene, e la mobilità dei muscoli facciali non risulta compromessa”.

– Quanto bisogna attendere per apprezzare i risultati?

“I risultati sono visibili già dopo 3 o 4 giorni dopo il trattamento, l’effetto massimo dopo 2 settimane, ed ha una durata soggettiva che varia da 4 a 6 mesi”.

– Dove vengono praticate le micro iniezioni di Botox?

“ Il trattamento distende le rughe d’espressione del terzo superiore del viso. Le aree più comuni che vengono trattate sono la fronte e il contorno occhi, per distendere le rughe glabellari che si formano fra le sopracciglia, le rughe orizzontali che si formano sulla fronte e le zampe di gallina intorno agli occhi”.

– L’effetto del Botox è permanente?

“Il prodotto è riassorbibile, quindi l’effetto non è permanente. Il muscolo riprende la sua funzione totale circa 6 mesi dopo, il viso torna ad uno stato naturale ed è possibile ripetere il trattamento”. 

– Qual è la differenza fra Filler e Botox?

“ Il Botox è un miorilassante che distende i muscoli mimici facciali, mentre il Filler – dall’inglese to fill, riempire – è una sostanza volumizzante che viene iniettata direttamente nella ruga per rimpolparla dall’interno, o nelle aree che si desidera rimodellare o ridefinire, come zigomi, labbra, naso, mento. Chi desidera sottoporsi ad un trattamento full face può farli entrambi nella stessa seduta”.

– La microdose, Skin Botox o Mesobotox, è il nuovo trend a Los Angeles, a New York, in Corea… Di cosa si tratta?

“Il trattamento consiste nell’utilizzare la proteina botulinica in maniera più “light” con micro iniezioni non negli strati profondi per distendere i muscoli facciali, ma solo negli strati superficiali della pelle per dare al viso un aspetto fresco e levigato, per ridurre la produzione di sebo e sudore ed ottenere la glass skin, cioè pelle di vetro, dall’aspetto turgido e luminoso”.