fbpx

IPERIDROSI

Iperidrosi

L’iperidrosi è un’eccessiva produzione di sudore delle ghiandole sudoripare, distribuite su tutta la cute ed in particolare nello strato più profondo, il derma. Il corpo produce continuamente il sudore per un naturale processo di termoregolazione: la sudorazione, funzione regolata dal sistema nervoso simpatico, è controllata dall’ipotalamo, ed è sensibile ai cambiamenti di temperatura interna ed a eventi emotivi. È naturale, e raggiunge livelli minimi durante il riposo e livelli alti durante l’esercizio fisico, l’esposizione al sole o al calore, lo stress psicologico. In caso di alterazione quantitativa della sudorazione, che può essere localizzata o estesa, l’eccesso di sudore dà luogo alla formazione continua di umidità e gocce sulla superficie cutanea, incidendo sulla qualità della vita e sulla psicologia del soggetto e disturbando i rapporti interpersonali. Chi soffre di iperidrosi, infatti, ha spesso le mani bagnate e si trova in difficoltà quando deve porgere la mano o quando maneggia libri e oggetti, il sudore eccessivo delle ascelle macchia continuamente camice e magliette causando imbarazzo, ed il sudore alla pianta dei piedi determina uno sgradevole odore anche se il paziente si occupa con cura dell’igiene quotidiana. Per le forme di iperidrosi primaria da moderata a grave e persistente ai normali trattamenti topici, fra le opzioni terapeutiche più diffuse oggi viene eseguita la terapia con la proteina botulinica. Infiltrata localmente sottocute si è dimostrata efficace, con un effetto duraturo e privo di controindicazioni ed effetti collaterali, in quanto regola semplicemente il rilascio dell’acetilcolina, la molecola che stimola le ghiandole sudoripare.

IL TRATTAMENTO

La terapia medica anti iperidrosi con botulino, adatta sia per l’area ascellare che per mani e piedi, si svolge ambulatorialmente in pochi minuti. Il botox viene infiltrato in modo uniforme nell’area corporea interessata, dove svolgerà un’azione di controllo sulle ghiandole sudoripare. Il trattamento non è doloroso, non produce alcun bruciore, è mini-invasivo, non prevede alcuna anestesia e alla fine della seduta il paziente potrà tornare alle normali attività quotidiane.

IL RISULTATO

Dopo qualche giorno dalla seduta, in genere quattro o cinque, le ghiandole sudoripare smetteranno di secernere sudore. Gli effetti della proteina botulinica hanno una durata che può superare i dieci mesi. Si consiglia quindi un trattamento l’anno.

Hai qualche domanda? Contattaci

Risponderemo alle tue domande gratuitamente e senza alcun impegno

  • 0931 709020