Implantologia Complessa

Implantologia Complessa

Quando si ha la perdita di un elemento dentario è indispensabile ripristinare la corretta masticazione mediante la sostituzione del dente perso, altrimenti si creano una serie di eventi a cascata, come lo spostamento dei denti vicini che tendono a coprire lo spazio lasciato vuoto dal dente perso, l’eruzione passiva del dente opponente (sia sopra che sotto); tutto questo comporta sia un cambio di occlusione che nei casi piú gravi può portare a problemi a carico dell’articolazione temporo mandibolare sia a disturbi della masticazione. Il ripristino del dente mancante si può ottenere, nella stragrande maggioranza dei casi, con il posizionamento di un impianto endosseo (una radice artificiale che sostituisce la radice del dente stesso), nello stesso momento in cui si estrae il dente. In tale modo si evitano successivi interventi chirurgici, riducendo sia i tempi chirurgici sia i tempi per il recupero completo dell’attività masticatoria. Molto spesso, oltre all’impianto bisogna eseguire una rigenerazione guidata del l’osso e/o dei tessuti molli (gengive) per ottenere i migliori risultati sia estetici che funzionali